Community » Forum » Recensioni

Persidivista.com
0 2 0
Murail, Marie-Aude

Persidivista.com

Firenze ; Milano : Giunti, 2017

Abstract: Ruth, 14 anni, si registra sul sito web persidivista.com e carica una vecchia foto in bianco e nero della classe di liceo di suo padre, per capire tra le due bionde con gli occhi color nocciola nella foto, chi sia, rispettivamente, la madre di Ruth e la sua sorella gemella. La foto di classe sveglia ricordi terribili. La zia in realtà è stata vittima di un omicidio, rimasto irrisolto. E tutto sembra mettere in discussione una delle persone che Ruth ama di più al mondo, suo padre.

695 Visite, 2 Messaggi

Ruth è una ragazza di quattordici anni che, grazie alla sua amica, si iscrive al sito web persidivista.com. Qui carica una foto della classe del liceo di suo padre per scoprire quale sia sua madre. Ma, senza rendersene conto, con quella foto che ha postato nel sito si risvegliano ricordi terribili del passato, che mettono in discussione una delle persone più importanti per lei: suo Padre.
Un racconto molto coinvolgente che descrive dettagliamente ogni personaggio nominato nel libro; la storia del padre di Ruth è molto intrigante, ti lascia sempre con il fiato sospeso alla fine di ogni capitolo. Lo consiglio ai ragazzi e anche agli adulti, per immedesimarsi nella protagonista e riuscire a capire cosa prova.

Alessia - II C
Scuola secondaria di primo grado, Manzoni, Verona.
Progetto lettura Biblioteca ragazzi Verona.

"Conosco i miei valori, sono unica come tutti."

Persidivista.com è un sito online usato dalle persone per rimettersi in contatto con gli ex compagni di classe.
Come funziona? Basta registrarsi e postare una foto della classe frequentata.
Ruth, 14 anni, in un pomeriggio di pioggia costretta a restare in casa, trova una vecchia foto di una classe di liceo, nella quale riconosce il padre ma non quale sia la madre e quale la sorella gemella. Su consiglio dell'amica Déborah decide di registrarsi con il nome di suo padre sul sito web persidivista.com e di conseguenza di postare la foto trovata, con il desiderio di capire quale sia la madre.
La foto risveglia vecchi amori e rancori, che con il tempo si erano addormentati, e fa conoscere a Ruth la verità sulla morte della zia, vittima di un omicidio, rimasto irrisolto. Portandola a dubitare della persona a lei più vicina: suo padre.
É un libro semplice, con una storia avvolgente che ti spinge a leggerlo fino alla fine senza fermarti, il finale purtroppo era intuibile e quindi non mi ha sorpreso.
Ho notato invece che il libro parla di pregiudizi, di quanto sia facile incolpare o assolvere qualcuno, magari per il suo aspetto o il suo portamento o per le cose che gli piace o non piace fare.
Serena Marini, 3^I Istituto Marco Polo
"Leggere On The Road" - Progetto PCTO con la Biblioteca Ragazzi Luglio 2021

  • «
  • 1
  • »

1313 Messaggi in 1181 Discussioni di 178 utenti

Attualmente online: Ci sono 5 utenti online