Due percorsi introduttivi alla narrativa cinese contemporanea

In occasione del capodanno cinese 2020, che scade il 25 gennaio, proponiamo due percorsi tematici per avvicinarci almondo della narrativa cinese contemporanea.

Il popolo cinese ha subito, negli ultimi quarant'anni, profondi cambiamenti e sommovimenti socioeconomici, che si sono tradotti in una produzione letteraria caratterizzata da un fervore di novità e una ricchezza di tendenze e stili.

Il primo percorso segue la produzione di grandi autori cinesi di fama internazionale, che rielaborano l'esperienza identitaria del paese attraverso opere raffinate e stilisticamente significative.

Il secondo itinerario presenta invece, suggestioni letterarie multiformi, che indagano vari aspetti della nuova società cinese.

 

Scarica il pdf 

 

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Pozzi, Silvia
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2006

Trovati 2 documenti.

 E quel che resta è per te
0 0 0
Libri Moderni

Xu, Xing

E quel che resta è per te / Xu Xing ; a cura di Lucia Regola

Roma : Nottetempo, [2006]

Narrativa ;

Abstract: Scritto a cavallo fra gli anni Ottanta e Novanta, mai pubblicato in Cina eppure diventato subito popolare fra le giovani generazioni cinesi, questo romanzo ha suggerito accostamenti alla letteratura occidentale, come Sulla strada di Kerouac, o Il giovane Golden di Salinger o perfino i disperati monologhi di Henry Miller: il tono dissacrante e anticonformista, la sincerità delle confessioni, le sbornie, i vagabondaggi, il sesso, la droga... In realtà questo Kerouac cinese ha un'ironia tutta sua, attratto com'è dal lato comico dei fenomeni, un'ironia beffarda che si scaglia in eguale misura contro la Cina maoista, la nuova Cina del prodigioso sviluppo economico e l'Europa, in cui emigra insieme al suo amico e compagno di vagabondaggi.

Servire il popolo
0 0 0
Libri Moderni

Yan Lianke <1958- >

Servire il popolo / Yan Lianke ; traduzione di Patrizia Liberati

Torino : Einaudi, 2006

Einaudi Stile libero

Abstract: Ventottenne ambizioso, Wu Dawang è uno zelante rivoluzionario che sa recitare a memoria i 286 articoli del libretto rosso del presidente Mao. Senza sapere di essere spiato da Liu Lian, la moglie del comandante, si cimenta nel suo lavoro nell'orto, mostrando la muscolatura lucida di sudore. Dopo un primo rifiuto e il rischio di essere licenziato per indisciplina diventa l'amante della signora. Con lo stile fintamente burocratico che irride alle regole della disciplina militare, Lianke descrive le decine di amplessi tra i due in ogni angolo della casa. Ma la signora ha ancora in serbo delle sorprese. Il significato di questa storia, censurata dal regime come pornografica, è una denuncia del travisamento dei precetti rivoluzionari per scopi personali.