Nato a Gerusalemme nel 1936 in una famiglia d'origine sefardita, viveva ad Haifa dove insegnava Letteratura comparata e Letteratura ebraica presso l'università locale. Suo padre, Yaakov Yehoshua, era uno storico, specializzato nella storia di Gerusalemme; sua madre, Malka Rosilio, era giunta dal Marocco nel 1932. Dopo aver servito nell'esercito dal 1954 al 1957, Yehoshua frequentò la scuola Tikhonaime per poi laurearsi in Letteratura ebraica e Filosofia all'Università Ebraica di Gerusalemme. Ebbe incarichi come professore esterno nelle Università Harvard, di Chicago e di Princeton. Nel 2003 gli venne conferito il Premio Letterario Internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa per La sposa liberata.

Visse a Parigi per quattro anni, dal 1963 al 1967; oltre all'insegnamento, a Parigi ricoprì anche l'incarico di Segretario Generale dell'Unione Mondiale degli Studenti Ebrei. Inizialmente autore di racconti e opere teatrali, conobbe il successo coi suoi romanzi fu uno degli scrittori israeliani più noti. Cominciò a pubblicare le sue prime opere subito dopo aver concluso il servizio di leva militare, diventando un'esponente del Nuovo Movimento degli scrittori israeliani (in inglese Israeli New Wave). Le sue opere sono state tradotte in ventidue lingue. In Italia è stato scoperto dalla Casa editrice Giuntina per poi essere pubblicato da Einaudi.

Yehoshua era sposato con Rivka, psicanalista specializzata in psicologia clinica. La coppia ha avuto tre figli e sei nipoti.

[continua a leggere su → Wikipedia]

 

IN RETE

 

 

Trovati 57 documenti.

Mostra parametri
L' amante
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

L' amante / Abraham B. Yehoshua ; traduzione di Arno Baehr

Torino : Einaudi, 1990

Einaudi Tascabili. Letteratura ; 299

Abstract: Sullo sfondo di una Haifa scossa dalla guerra del 1973, si dipana lo scenario de L'amante, il più sinceramente israeliano dei romanzi di Yehoshua. L'autore si affida alle voci dei suoi personaggi, ai loro sogni, ai ricordi, ai desideri, alle aspettative: sono le parole di Adam, agiato proprietario di una grande officina meccanica; le riflessioni della figlia Dafi, quindicenne insonne e ribelle; i sogni della moglie Asya, intellettuale precocemente ingrigita; gli stupori di Na'im, giovane operaio arabo; i vaneggiamenti della novantenne Vaduccia; e infine il resoconto stupefatto di Gabriel, l'amante scomparso. Mondi lontani, a dispetto dell'amore; voci tanto vicine quanto diverse che siglano l'impossibilità di conoscere veramente chi ci vive accanto.

L' amante
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

L' amante / Abraham B. Yehoshua

Ed. speciale

Roma : La biblioteca di Repubblica, c2003

La biblioteca di Repubblica. Novecento ; 81

Abstract: Sullo sfondo di una Haifa scossa dalla guerra del 1973, si dipana lo scenario de L'amante, il più sinceramente israeliano dei romanzi di Yehoshua. L'autore si affida alle voci dei suoi personaggi, ai loro sogni, ai ricordi, ai desideri, alle aspettative: sono le parole di Adam, agiato proprietario di una grande officina meccanica; le riflessioni della figlia Dafi, quindicenne insonne e ribelle; i sogni della moglie Asya, intellettuale precocemente ingrigita; gli stupori di Na'im, giovane operaio arabo; i vaneggiamenti della novantenne Vaduccia; e infine il resoconto stupefatto di Gabriel, l'amante scomparso. Mondi lontani, a dispetto dell'amore; voci tanto vicine quanto diverse siglano l'impossibilità di conoscere veramente chi ci vive accanto.

L' amante
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

L' amante / Abraham B. Yehoshua ; traduzione di Arno Baehr

19. ed

Torino : Einaudi, 2007

Super ET

Abstract: Sullo sfondo di una Haifa scossa dalla guerra del 1973, si dipana lo scenario de L'amante, il più sinceramente israeliano dei romanzi di Yehoshua. L'autore si affida alle voci dei suoi personaggi, ai loro sogni, ai ricordi, ai desideri, alle aspettative: sono le parole di Adam, agiato proprietario di una grande officina meccanica; le riflessioni della figlia Dafi, quindicenne insonne e ribelle; i sogni della moglie Asya, intellettuale precocemente ingrigita; gli stupori di Na'im, giovane operaio arabo; i vaneggiamenti della novantenne Vaduccia; e infine il resoconto stupefatto di Gabriel, l'amante scomparso. Mondi lontani, a dispetto dell'amore; voci tanto vicine quanto diverse siglano l'impossibilità di conoscere veramente chi ci vive accanto.

L'amante
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

L'amante / Abraham B. Yehoshua ; traduzione di Arno Baehr

Torino : Einaudi, 2015

Super ET

Abstract: Sullo sfondo di una Haifa scossa dalla guerra del 1973, si dipana lo scenario de L'amante, il più sinceramente israeliano dei romanzi di Yehoshua. L'autore si affida alle voci dei suoi personaggi, ai loro sogni, ai ricordi, ai desideri, alle aspettative: sono le parole di Adam, agiato proprietario di una grande officina meccanica; le riflessioni della figlia Dafi, quindicenne insonne e ribelle; i sogni della moglie Asya, intellettuale precocemente ingrigita; gli stupori di Na'im, giovane operaio arabo; i vaneggiamenti della novantenne Vaduccia; e infine il resoconto stupefatto di Gabriel, l'amante scomparso. Mondi lontani, a dispetto dell'amore; voci tanto vicine quanto diverse siglano l'impossibilità di conoscere veramente chi ci vive accanto.

L' amante perduto
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Faenza, Roberto <1943-> - Faenza, Roberto <1943->

L' amante perduto / un film di Roberto Faenza

Campi Bisenzio : CG entertainment, [2007]

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
 Antisemitismo e sionismo
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

Antisemitismo e sionismo : una discussione / Abraham B. Yehoshua

Torino : G. Einaudi, 2004

Vele ; 10

Abstract: Un'analisi dell'antisemitismo che lascia sullo sfondo le ragioni storiche dell'odio, per dare risalto a quegli elementi che permettono all'identità ebraica di essere fluida e flessibile e che si scontrano con le paure di chi possiede un'identità fondata su una sola nazione, territorio e lingua. Un ebreo può essere esule senza dimenticare la propria identità, ma può anche lasciarla in secondo piano e legare il proprio destino più al luogo dove risiede che al destino comune della sua gente. Quando questa flessibilità virtuale si confronta con religioni e nazionalismi molto forti, trascina l'identità ebraica verso confini remoti e sconosciuti, dove allignano le paurose fantasie dei non ebrei.

Antisemitismo e sionismo. Una discussione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Yehoshua, Abraham B. - Shomroni, Alessandra

Antisemitismo e sionismo. Una discussione

Einaudi, 07/10/2010

Abstract: Il complesso e sofferto dibattito sulle relazioni tra ebrei e non ebrei tende spesso a distinguere ciò che viene definito "antisemitismo moderno" da ciò che lo precede, nel mondo antico e nell'età di mezzo. Si riconoscono matrici differenti, di ordine religioso, economico, identitario, ma tutte piú o meno contingenti e legate al momento storico e al luogo geografico esaminato di volta in volta. Molto piú difficile è tracciare un quadro complessivo delle relazioni tra ebrei e "gentili", che trascenda la contingenza storica e delinei un fattore comune in grado di abbracciare duemilacinquecento anni di storia e un ambito geografico che includa l'intero pianeta. Rivendicando il suo ruolo di scrittore e non di storico professionista, Abraham B. Yehoshua propone la sua personale ipotesi di lavoro, nella speranza che altri raccolgano la scintilla e la elaborino con rigore scientifico. Per Yehoshua, la particolarità degli ebrei nasce dalla coincidenza di religione e identità nazionale e nella tensione che questa coincidenza ingenera, presso gli stessi ebrei e presso i popoli tra i quali gli ebrei si sono trovati a vivere. Tensione che il sionismo, forse, potrebbe risolvere.

Un cagnolino per Efrat e Il topolino di Tamar e Gaia
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

Un cagnolino per Efrat e Il topolino di Tamar e Gaia / Abraham B. Yehoshua ; illustrazioni di Altan ; traduzione di Alessandra Shomroni

Torino : Einaudi, [2005]

i coralli ; 203

Abstract: Efrat vorrebbe un cagnolino, ma i genitori sono contrari. Un cane in un appartamento? Non è possibile. Eppure, un giorno, appare in casa un grosso cane peloso. Chi sarà mai? Tamar e Gaia, invece, hanno un problema diverso: un topolino dispettoso si è stabilito nella loro cucina. Per catturarlo, ci vorranno una trappola e molta furbizia. Con questi due racconti, illustrati con spirito e sensibilità da Altan, Yehoshua si avventura in un territorio inedito per lui, facendo un regalo ai figli e ai nipotini dei suoi lettori e, naturalmente, ai lettori stessi. Età di lettura: da 5 anni.

Camminano forse due uomini insieme? Dramma in due atti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Yehoshua, Abraham B. - Shomroni, Alessandra

Camminano forse due uomini insieme? Dramma in due atti

Einaudi, 26/11/2013

Abstract: In un appartamento londinese, un uomo talmente privo di senso pratico da non saper aprire una latta di sardine osserva incredulo il suo rivale piú accanito, impegnato nella preparazione di una frittata. Il primo è Vladimir Jabotinskij, leader della destra revisionista sionista, l'uomo ai fornelli invece è David Ben Gurion, ebreo socialista e futuro fondatore dello Stato d'Israele. È il 1934: mentre sull'Europa incombe lo spettro del nazismo, i due leader, solitamente divisi da un contrasto insanabile, si incontrano per cercare un terreno comune con cui affrontare il destino che li attende e costruire il futuro di Israele. Del resto è la Bibbia a insegnarlo: "Camminano forse due uomini insieme, se prima non si sono accordati?" Mettendo in scena il dramma di due uomini carismatici e tormentati, Abraham Yehoshua ci fa entrare in quelle stanze, solitamente inaccessibili, in cui la Storia si svela. *** "Io non sono né giovane né sano e a volte sto lontano dalla mia famiglia per giorni o settimane intere. Vado in giro per il mondo, mia moglie è lontana e so quanto soffre. È stanca di seguirmi in Paesi diversi e di ascoltare la mia ennesima conferenza, il mio ennesimo discorso, di rimanere sola in una camera d'albergo mentre io sono costretto a presenziare a infinite riunioni. Lei, Ben Gurion, ha parlato della lapide che un giorno vorrà sulla sua tomba nel deserto, in una nuova città, e su di essa, cosí ha detto, ci saranno solo tre date, non è vero? Quella della nascita, del giorno in cui è arrivato in Terra di Israele e della morte. Le sue parole mi sono piaciute. Ma la mia tomba dove sarà?"

Cinque stagioni
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

Cinque stagioni / Abraham B. Yehoshua ; traduzione di Gaio Sciloni

Torino : G. Einaudi, c1993

Cinque stagioni
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

Cinque stagioni / Abraham B. Yehoshua

Milano : CDE, stampa 1995

Abstract: Al termine di una lunga malattia la moglie di Molcho muore, lasciando al marito un immenso vuoto, una vita da reinventare. Negli ultimi sette anni Molcho è vissuto come un perfetto infermiere. Ora sembra che tutti vogliano trovargli un'altra moglie. Ma Molcho è talmente attaccato al ricordo della moglie da tornare a Berlino, città natale di lei, due volte l'anno. E lì si sente accusare d'aver fatto morire la moglie proprio con le sue cure amorevoli e assidue. Attraverso cinque, intense stagioni, l'autore racconta lo spaesamento, le ansie, il senso di inadeguatezza del suo personaggio, ma anche la sua lenta rinascita.

Cuore
0 0 0
Libri Moderni

De Amicis, Edmondo <1846-1908>

Cuore / Edmondo De Amicis ; introduzione di Gilberto Finzi ; testo a cura di Giusi Baldissone ; con un'intervista a Abraham B. Yehoshua

Milano : Mondadori, 2020

Oscar classici ; 234

Abstract: Romanzo strutturato a episodi separati e pubblicato, per la prima volta, dalla casa editrice milanese Treves nel 1886. Il libro ha la forma di un diario di un ragazzo di terza elementare che racconta lo svolgersi del proprio anno scolastico 1881-1882 dal 17 ottobre al 10 luglio: ogni capitolo riporta la data del giorno e un titolo riferito al tema trattato.

 Diario di una pace fredda
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

Diario di una pace fredda : Israele : dalla strage di Hebron alla vittoria di Netanyahu / Abraham B. Yehoshua

Torino : Einaudi, 1996

Einaudi Contemporanea ; 48

Abstract: Il maggiore scrittore israeliano di oggi, da anni impegnato a sostenere la pace, ci parla di guerra ma anche di solidarietà, ritrae da vicino gli uomini ch vivono quotidianamente tra fragili speranze e mai spenti rancori. Yehoshua si interroga sulle lacerazioni aperte nella società israeliana fra la componente tradizionalista e la componente laica. Il libro non è solo una testimonianza sofferta dell'iter cruento di una pace fredda, ma anche un impegno politico attivo, progetto concreto di costruzione di una pacificazione, anzitutto interna, fra i diversi gruppi che formano il mondo ebraico.

Un divorzio tardivo
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

Un divorzio tardivo / Abraham B. Yehoshua

Milano : CDE (stampa 1996)

Un divorzio tardivo
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

Un divorzio tardivo / Abraham B. Yehoshua ; traduzione di Gaio Sciloni

Torino : Einaudi, 1996

Abstract: Nella settimana che precede la Pasqua, torna in Israele Kaminka, padre di tre figli ormai sposati, e marito di una donna chiusa da anni in manicomio. Abita negli Stati Uniti, ha una nuova compagna e aspetta un figlio. Sono dunque le pratiche del divorzio che Kaminka deve avviare, ma il rientro in patria e in famiglia non avviene senza traumi. Davanti a un avvenimento così grave, vengono a galla i nodi irrisolti, le vecchie ferite, scatenando una crisi progressiva che esplode proprio il giorno di Pasqua. Il dramma della famiglia sconvolta dalla divisione tardiva dei genitori si arricchisce di una miriade di particolari che ne fanno un forte affresco di vita contemporanea, non soltanto israeliana.

Un divorzio tardivo
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

Un divorzio tardivo / Abraham B. Yehoshua ; traduzione di Gaio Sciloni

[Cinisello Balsamo] : Famiglia cristiana, stampa 1998

Novecento mondiale ; 11

Un divorzio tardivo
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

Un divorzio tardivo / Abraham B. Yehoshua ; traduzione di Gaio Sciloni

Torino : Einaudi, 2016

ET. Scrittori

Abstract: Nella settimana che precede la Pasqua, torna in Israele Kaminka, padre di tre figli ormai sposati, e marito di una donna chiusa da anni in manicomio. Abita negli Stati Uniti, ha una nuova compagna e aspetta un figlio. Sono dunque le pratiche del divorzio che Kaminka deve avviare, ma il rientro in patria e in famiglia non avviene senza traumi. Davanti a un avvenimento così grave, vengono a galla i nodi irrisolti, le vecchie ferite, scatenando una crisi progressiva che esplode proprio il giorno di Pasqua. Il dramma della famiglia sconvolta dalla divisione "tardiva" dei genitori si arricchisce di una miriade di particolari che ne fanno un forte affresco di vita contemporanea, non soltanto israeliana.

 Elogio della normalita
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

Elogio della normalita : Saggi sulla Diaspora e Israele / A. B. Yehoshua ; traduzione dall'ebraico di Alessandro Guetta

Firenze : Giuntina, 1991

Collana Schulim Vogelmann ; 25

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Non sono uno storico né un esperto di filosofia ebraica, e nemmeno uno studioso del sionismo e dell'Olocausto; non pretendo di giungere a delle conclusioni scientifiche su questi argomenti. Il positivo sviluppo di nuovi orientamenti all'interno delle scienze ebraiche non può esentare il singolo dall'esprimere un giudizio su questi problemi, per arrivare a una visione del mondo chiara e personale. La diaspora, l'Olocausto, le questioni morali legate al contrasto arabo-israeliano e in particolare a quello con i palestinesi non sono questioni da lasciare esclusivamente a ricercatori e esperti, ma costituiscono una parte della nostra esistenza e della costruzione dell'identità di ognuno di noi. (A. B. Yehoshua).

Fuoco amico
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Yehoshua, Abraham B. - Shomroni, Alessandra

Fuoco amico

Einaudi, 07/10/2010

Abstract: Il ricordo di un giovane soldato ucciso per errore dal "fuoco amico" dei compagni turba i cuori di una famiglia israeliana durante le feste di Hannukkah. Lasciato a Tel Aviv l'adorato marito Amotz, Daniela Yaari arriva in un villaggio della Tanzania per incontrare il cognato, padre del soldato morto, che vive laggiú in una sorta di esilio volontario. Al rifiuto di continuare a vivere in un paese sempre in guerra, alla ferita insanabile per una morte assurda, si oppongono la sete di normalità di Amotz e Daniela, l'amore che li lega dopo tanti anni, la loro dedizione al lavoro, la testarda volontà di tenere unita la famiglia.

 Fuoco amico
0 0 0
Libri Moderni

Yehoshua, Abraham B. <1936-2022>

Fuoco amico : duetto / Abraham B. Yehoshua ; traduzione di Alessandra Shomroni

Torino : G. Einaudi, [2008]

Abstract: Ruach in ebraico significa vento, ma anche spirito, e ruach refaim è lo spirito dei morti, il fantasma. Il vento, in questo nuovo romanzo di Abraham B. Yehoshua, è quello che si insinua nelle fessure di un grattacielo di recente costruzione a Tel Aviv e provoca sibili e ululati che turbano gli inquilini. Amotz Yaari, il progettista degli ascensori, viene chiamato a indagare e a difendere il buon nome del suo studio dalle accuse che gli vengono rivolte. È la settimana di Hanukkah, una delle feste più amate in Israele, ma non è una settimana facile per Amotz. Sua moglie Daniela, che ama moltissimo è partita per la Tanzania, dove in una specie di esilio volontario vive Yirmiyahu, vedovo della sorella di Daniela. Da quando suo figlio è stato ucciso per sbaglio da un commilitone durante un'azione nei territori occupati, Yirmiyahu non sopporta più di vivere in Israele. Non solo: non vuole più vedere un israeliano o leggere un giornale o un libro scritto in ebraico. Vuole liberarsi dalla storia del suo paese, e per farlo ha accettato un lavoro di contabile al seguito di una spedizione paleoantropologica in Africa. Alla ricerca degli ominidi preistorici, per non rischiare dolorosi incontri con la storia. Al centro del racconto, il ricordo di un giovane ucciso, la rabbia per quelle due parole - fuoco amico -, il rifiuto di vivere in un paese continuamente in guerra, ma anche la sete di normalità, l'amore e la testarda volontà di tenere unita la famiglia.